Sina The Gray – Glamour milanese

Il Sina The Gray si posiziona tra gli Small Luxury hotel, incastonato tra edifici storici, esso stesso lo è. Il The Gray è lì, nel cuore pulsante della città meneghina, dove ieri come oggi la tradizione milanese ha uno sguardo internazionale.

Dove il design incontra il glam milanese. Un luogo raccolto e inaspettato a pochi passi dal Duomo e dal Quadrilatero della Moda, dove l’accoglienza è incipit e lieto fine. Benvenuti al Sina The Gray a Milano.

Sina The Gray

L’atmosfera che si respira è ovunque esclusiva e garbata, animata da toni caldi, legni scuri intervallati da esplosioni di colori come la seduta in velluto rosso del Gbar al piano terra e l’altalena nella hall. Vero catalizzatore di attenzione di ogni ospite e passante.

L’atmosfera cosmopolita con richiami etnici degli interni a contatto con la struttura architettonica classica del Sina The Gray, voluta dall’architetto italiano Guido Ciompi, raccontano il carattere pulsante e viscerale come un continente diviso tra deserto e mare; così il designer ha coniugato delle diversità che arricchiscono. L’uno non annulla l’altro, anzi si esaltano le qualità estetiche. Con il suo melange di contaminazioni, il Sina The Gray ha esercitato su di me un fascino magnetico, lo stesso che continua ad ispirare designer di tutto il mondo.

Nel complesso gli arredi sono raffinati e non banali, con un filo conduttore cromatico e stilistico sia negli spazi comuni che nelle suite.

Sina The Gray

Sina The Gray

La mia esperienza al Sina The Gray

Chi mi segue anche sui social avrà sicuramente seguito le stories e visto le foto. Quando sono stata al Sina The Gray, ero nella Gallery. I plus di questa stanza sono molti.

Spazi ampi e ben gestiti

La stanza da bagno e le finestre che da sulla Galleria Vittorio Emanuele, sono due cose che rendono questa camera unica nel suo genere.

Io ricerco sempre il rapporto umano quando viaggio e soggiorno negli hotel, anche in viaggio cerco il comfort di casa.

Il personale di questo design hotel è garbato, sorridente e internazionale. Sono presenti e pronti a rispondere ad ogni richiesta e lo fanno sempre con grande discrezione, cosa che si apprezza e ci aspetta in un hotel a 5 stelle.

Dove mangiare se si sceglie di soggiornare al Sina The Gray

INDOOR FOOD

Seppur “piccolo” il Sina The Gray ha il ristorante Le Noir con una carta fatta di pietanze preparate sapientemente, con un forte approccio alla cucina italiana. Senza tralasciare L’ARIA che è una terrazza incantevole; quest’ultima nella bella stagione si anima aprendosi all’iconico momento milanese dell’aperitivo.

Sina The Gray

Sina The Gray
Chi cerca una dimensione umana nelle cose, e come me, predilige un’accoglienza più intima, il Sina The Gray è la scelta da fare per un soggiorno milanese.

OUTDOOR FOOD

Di fronte all’uscita del Sina The Gray c’è la famosa Galleria Vittorio Emanuele dove, oltre a trovare boutique di grandi firme come Gucci, Louis Vuitton, Prada e Versace, potete provare la cucina dello Chef Stellato Carlo Cracco. Il nuovo ristorante Cracco in Galleria situato all’ultimo piano della Galleria stessa, dove la vista è impagabile, propone le sue creazioni culinarie. Per il conto lascio a voi dare il giusto un prezzo da attribuire all’esperienza vissuta…

L’offerta di Cracco è così composta: il ristorante à la carte dove sono stata per la cena a sostegno del diabete di tipi 1

e il più accessibile Bar – Bistrot al piano terra, dove è possibile degustare una petit dejeuner all’Italiana a prezzi decisamente accessibili. Andateci e vi prego non fotografate lo scontrino. Ricordatevi però prima di entrare, di alzare gli occhi per guardare gli occhi! Sì, perché in collaborazione con Sky Arte e Cantine Ferrari, il progetto Galleria Cracco coinvolge alcuni tra i più quotati artisti italiani e contemporanei nella realizzazione di interventi site specific, dedicati alle lunette che sovrastano le vetrate dell’ammezzato della Galleria, con tre vetrine d’arte fruibili 24 ore su 24.

Heterochromic di Patrick Tuttofuoco ha inaugurato il progetto fondendo arte e cucina, con una riflessione profonda e intimamente legata al concetto di identità. Ricorrendo al neon, l’artista ha trasformato le due lunette in occhi, quelli di Carlo Cracco e Rosa Fanti, dando vita a un’entità unica che unisce iridi diverse.

il Cocktail che lascia il segno chiedilo al bar del Sina The Gray

Le ampie vetrate del bar posto al piano terra fanno da ponte tra interni ed esterni. Un muro non muro, fatto di vetro, che abbatte i confini strutturali e invita i passanti a scoprire un pezzo dell’hotel. Collegando la Milano da bere al fornitissimo Gbar dove ho assaggiato il miglior cocktail mai bevuto, il Milano – Torino 1958. Vi invito a provarlo.

Sina The Gray

Cosa vedere nel giro di 200 metri a piedi se si sceglie di soggiornare al Sina The Gray

Il Sina The Gray mi ha conquistata! Lo ha fatto con il suo gioco architettonico che seduce i visitatori ma innegabilmente anche per la posizione.  Ci sono molti musei nella zona, tra cui il Museo del ‘900, raggiungibile a piedi. Vi consiglio di andarci, solo Il Quarto Stato di Giuseppe Polizza da Volpedo vale il biglietto, oltre ad ospitare un’eccellente collezione di arte contemporanea.

Ricordatevi che il Duomo stesso è un museo e se state programmando una visita a Milano, vi consiglio vivamente di prenotare la visita sulla Terrazza del Duomo stesso. La vista dalle guglie è impagabile, se potete scegliete di salire alla Golden hour, mi ringrazierete.

Le camere del Sina The Gray

Dire che le camere dei Sina The Gray sono piccole in tono negativo è stupido. Il The Gray è uno “Design Small luxury hotel”  con 21 tra camere e Suite. Non tutte le camere sono piccole come le Standard City ma, mi è doveroso dirlo, anche a queste non manca assolutamente il comfort. Tutte, come dicevo poc’anzi, arredate con colori caldi con sfumature che vanno dal marrone al beige, ravvivate da note di colore intenso.

5 segmenti per venire incontro a tutte le esigenze. Tutte le camere dispongono di comfort quali TV LCD, lettori DVD e CD. Inoltre il Sina The Gray è l’unico hotel a Milano che offre il servizio Pirelli Cycl -E Round. Con una innovativa APP gestisce il servizio di noleggio delle moderne E-Bike STROMER ST1 X, per vivere la città in maniera ecologica e sostenibile ma senza rinunciare ad un servizio clienti di livello superiore. Ulteriore plus offerto agli ospiti del Sina, per l’intera durata del soggiorno, è MANET MOBILE Smartphone Travel Assistant, un dispositivo sempre connesso a internet che permette di effettuare chiamate nazionali e internazionali in completa libertà, consultare mappe, trovare ristoranti, musei e luoghi di interesse.

City

L’elegante camera si affaccia su una tranquilla strada pedonale. Essenziale nello stile, con pavimento in legno wengè, è arredata con materiali unici nelle tonalità crema e caffè. Dispone di doppi lavabi in alcune camere e pareti del bagno in travertino.

City Deluxe

La spaziosa camera, con letto queen-size, offre varie particolarità tra cui il letto sospeso, vasca da bagno Philippe Starck a fianco del letto o un delizioso balconcino. Pavimenti in legno wengè, doppi lavabi nella sala da bagno arricchiti da pareti in travertino. Possibilità di scegliere la camera DeLuxe con bagno per persone diversamente abili.

Gallery è la camera nella quale abbiamo soggiornato noi – guardate il video Instagram My Secret Room IGTV 

La splendida vista sulla Galleria Vittorio Emanuele che si può ammirare dalle camere Gallery è l’unica nel panorama milanese. Le camere con letto king-size dispongono di pavimenti in legno wengè, dettagli etnici come gli specchi con cornici in pelle di zebra, spalliere in pelle di struzzo ed una splendida sala da bagno con due lavabi, ampia vasca circolare con TV e pareti in legno macassar.

Junior Suite matrimoniale

Uniche e con una personalità distinguibile tra gli hotels milanesi, queste camere offrono tutti i comfort presenti al The Gray con la possibilità, a scelta, di avere una palestra privata o la camera disposta su due livelli con un bagno turco o un salotto. Tende in seta e velluto e dettagli etnici danno un tocco di eleganza e ricreano la calda atmosfera di casa.

Family junior suite su due livelli Camera

BI LEVEL disposta su due livelli con letto queen-size e un tapis-roulant comunicante con camera CITY con letto matrimoniale, offrono tutti i comfort presenti al The Gray. Pavimenti in legno wengè, arredate con materiali unici, dispongono di doppi lavabi e pareti dei bagni in travertino. Anche qui tende in seta e velluto.

Shopping district a due passi dal Sina The Gray

Ultimo ma non ultimo, il Sina The Gray vince anche per la posizione favorevole allo shopping. uscendo e svoltando a sinistra ci si trova di fronte al Duomo di Milano, dove sono già presenti boutique e gioiellerie di alta gamma.

Il quadrilatero della moda milanese: via Montenapoleone, via Manzoni, via Della Spiga, Corso Venezia, distano a meno di un km dall’hotel e la strada per raggiungerlo è pedonale e piena di negozi deliziosi.

Il Sina The Gray è posizionato in un’area pedonale, ma i taxi e le auto hanno libero accesso di raggiungere l’hotel.

Alla prossima avventura

Marsia 


SINA THE GRAY – site www.sinahotels.com

Via San Raffaele, 6 – 20121 Milano, Italy

T. +39 02 7208951
Fax +39 02 866526
sinathegray@sinahotels.com

Prenota qui la tua camera al Sina The Gray

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Please answer to question to prove that you\'re not a bot * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.