Tappeto Berbero | l’ultima tendenza home lo cercavo e l’ho trovato su LionsHome

Tappeto Berbero  su LionsHome

Cosa ci fanno due icone del design come la lampada Arco di Flos e una Eames Lounge Chair accanto ad un tappeto berbero in una casa sulle sponde del Lago Maggiore? Ancora una volta il fascino dell’interior design scaturisce dal mix: di folklore, di pezzi iconici, di puro e intramontabile design, in un contesto, come quello di casa mia, fatto di finiture monocolore che hanno un che di poetico, in un calibratissimo equilibrio di arredi minimal e eccessi di colore delle copertine dei fumetti e dei vinili.

L’interior design è un credo

È di fatto un fatto semplice. Dove gli altri vedono una stanza vuota, io ci vedo un progetto finito. Dove altri vedono una casa abbandonata da anni io ci vedo un luogo capace di ospitare ancora storie, ricordi. Le case per me sono enormi contenitori da riempire quotidianamente.

La mia passione è quella di arredarle finemente, senza mai ripetermi, sempre in modo nuovo, con colori, forme, arredi, complementi… come in un moto infinito.

La mia casa è quindi in continua evoluzione, perchè viva, così come un’essere vivente, lei cambia, muta con il tempo, si arricchisce, si evolve.

Le “influenze” sono da sempre fonte inesauribile di idee. Forse è anche per questo che, nonostante il trascorrere del tempo, le nuove generazioni di appassionati di design, come me, mostrano come la storia, i viaggi e le diverse culture giunte dagli altri  paesi, siano fonte illimitata di ispirazione, crescita e creatività.

La mia casa è stata un cinema negli anni ’30 disegnato dalla mano dell’architetto Febo Bottini. Qui la gente ci ha sognato. Le sue pareti sono intrise della bellezza delle pellicole alla quale ha assistito.

Volevo vivere in una casa che potesse raccontarmi il suo passato e accogliere il mio presente. Ho capito che era lei appena vi ho messo piede. Dove gli altri ci vedevano solo uno stanzone

io ci ho visto una casa che emanava un relax stanziale

Mi piace cercare elementi nuovi da integrare al mio appartamento e vivere lontano dai grandi centri abitati fa si che io compra spesso on-line. A dire il vero era da tempo che cercavo un tappeto per la sala e le maggiori riviste di settore stanno riproponendo da mesi i tappeti berberi.

Questi tappeti artigianali devono la loro diffusione e l’interesse nel mondo occidentale ed europeo, sopratutto ai grandi architetti e designer modernisti dei primi del Novecento. Nomi noti come: Le Corbusier, Alvar Aalto, Arne Jacobsen, e artisti come Henri Matisse e Paul Klee.

Ma forse e dico forse, l’attuale cassa di risonanza gliel’hanno data le star mediatiche; difatti il social network più in voga di questo momento, Instagram,  è colmo di immagini di case da sogno dove campeggiano, in bella vista, proprio questi tappeti.

Io ho trovato il mio tappeto berbero, e tanto altro, su LIONSHOME

Esatto! il mio tappeto berbero l’ho trovato su LionsHome. Se non conoscete già questa piattaforma dovete correre ai ripari subito!

È un portale di arredamento e lifestyle. Con più di 1 milione di visitatori al mese e presente in 8 differenti paesi, LionsHome è il portale online europeo di riferimento dell’Home & Living.

Situato nel cuore di Berlino, è un portale intuitivo, capace di ispirare con stili e abbinamenti che non si credevano fattibili, con progetti, trend e consigli utili su come decorare casa. Il motore di ricerca mi ha aiutata a scoprire i migliori prodotti, offerti grazie ad un’ampia scelta di negozi di arredamento online che vi confluiscono.

La peculiarità di LionsHome, che ho apprezzato maggiormente, è che non solo offre una vasta scelta di prodotti di marche rinomate, ma include prodotti di fornitori specializzati, piccole boutiques e nuovi designer di tendenza.
Questo permette a tutti noi di trovare arredi e complementi da tutto il mondo, aiutandoci a creare la casa che abbiamo sempre sognato!

TAPPETO BERBERO DEL MAROCCO

Il Marocco ha una tradizione molto lunga di tessitura di alcuni dei tappeti più belli del mondo. Fin dall’VIII secolo, quando le tribù berbere si insediarono in Marocco, sono stati intessuti meravigliosi tappeti marocchini. Per più di mille anni le donne delle tribù hanno legati a mano i tappeti di lana. Le tribù si trovano ancora oggi nelle montagne e l’abilità viene trasmessa di madre in figlia. Le donne delle diverse tribù berbere decidono i loro modelli, i loro colori e il loro design del tappeto; per questo motivo, non esistono due tappeti identici.

TAPPETI MAROCCHINI E I LORO MODELLI

I tappeti marocchini hanno motivi e colori unici, perché sono fatti a mano senza seguire uno schema fisso. Gli intrecci tessono nelle loro interpretazioni di esperienze ed eventi importanti dalle loro vite nelle stuoie; simboli per amore, natura, felicità si trovano spesso sui tappeti marocchini.

I colori naturali come: il blu, il rosso, l’arancione, il giallo e il viola, sono estratti da piante e bacche, come il cespuglio di henné, melograno, fico e foglie di tè. Il colore nero naturale proviene direttamente dalla lana delle pecore e delle capre nelle regioni montuose.

Arreda con stile e ama la tua pelle e i tuoi capelli, qui vi parlo dei cuscini in seta 


Questo post è stato scritto in collaborazione con LionsHome Berlin

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Please answer to question to prove that you\'re not a bot * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.