Appartamenti di lusso nel cuore di Barcellona.

Le vacanze sono sacre. Per tale ragione devono essere pensate e studiate affinché restituiscano sogni e ricordi che devono durare… almeno fino alla prossima!

Una location bella, accogliente, pulita e piena di comfort fa sì che il ricordo della destinazione scelta resti impresso a fuoco nelle nostre menti.

Luxury apartment in Barcelona

Stay Barcelona e Watermelon sono due agenzie Real Estate presenti su Barcellona che collaborano attivamente con appartamenti dislocati in tutte le zone più belle della città catalana. Questo ci ha permesso di avere un’ampia scelta e di soggiornare per i primi due giorni della nostra vacanza in uno dei più bei quartiere residenziali di Barcellona, circondati da palazzi storici e a due passi dall’Arc de Triomf e a soli 5 minuti a piedi dal Passeig de Gràcia.

Vivere Barcellona in uno dei suoi appartamenti

Arrivati a Barcellona, dopo un volo breve da Milano Malpensa, l’AeroBus Barcelona è stata la nostra scelta. Dal terminal T2 a Plaça de Catalunya ha impegato circa 20 minuti, c’era posto  per tutti i bagagli e a sedere per ognuno dei viaggiatori, poiché l’accesso è limitato. Il costo dei biglietti è di 5,90€ cad. per una sola corsa.

Arrivati a Plaça de Catalunya raggiungere il nostro primo appartamento il PLATINUM APARTMENT di Watermelon BCN Apartments  è stato un gioco da ragazzi, perchè dista solo 10 minuti a piedi, quindi centralissimo. Di contro si può prendere la metro e scendere a Girona.

 

Ad accoglierci in modo caloroso, come solo gli spagnoli sanno fare, c’erano Maria di Stay Barcelona e Arian Moestaedi di Watermelon BCN apartment. Provate ad immaginare di incontrarvi con amici di vecchia data e perdervi tra i loro abbracci e i loro sorrisi veri e sinceri.

Ecco questa è stato il nostro Bienvenido a Barcellona o forse è meglio dirlo in catalano

Bienvinguts a Barcelona

 

È nell’appartamento al 2 secondo piano di Carrer Casp che è ufficialmente iniziata la nostra vacanza. Un edificio del 18 ° secolo, in una zona residenziale bella e tranquilla. Tre  camere da letto e un comodissimo e conviviale soggiorno con un lungo balcone che abbraccia l’edificio rendendolo luminoso perchè pieno di finestre altissime che lasciano filtrare la luce naturale fino a tarda sera.

Come vi dicevo la sua posizione strategica è data dal fatto che dista solo 10 minuti a piedi da Plaça Catalunya e Passeig de Gracia. L’appartamento è completamente attrezzato per soddisfare tutti i desideri, anche i miei che sono super esigente. L’appartamento platinum è fornito di tutti gli elettrodomestici necessari per rendervi un soggiorni confortevole e costa 380 € per notte.

spostarsi in taxi a Barcellona è decisamente più economico che a Milano 

Trovare un taxi è facile e, nonostante abbiamo camminato tanto a piedi, sappiate che ci sono tre stazioni della metropolitana vicine: Tetuan, Arc de Triomf e Urquinaona. Il fascino pacifico dell’appartamento Casp Platinum e del quartiere circostante è ciò che mi spinge a tornare a Barcellona e soggiornare ancora qui.

Perchè scegliere un appartamento al posto di un albergo? Per sentirsi immersi nella realtà, per non sentirsi semplici turisti, per vivere il sogno catalano.

Nell’appartamento Casp Platinum c’è tutto e posto per tutti

L’appartamento consente di ospitare comodamente fino a 6 persone. Ha 2 camere da letto con letto matrimoniale, di cui una con la stanza da bagno patronale in camera, con tanto di vasca. L’altra camera da letto è enorme e scenografica! L’avete amata sui social e mi avete chiesto le dimensioni! Completano l’appartamento un secondo bagno con doccia, una terza camera più piccola con due letti singoli, la cucina super attrezzata e vivibile e un salone conviviale.

Se volete una valida alternativa alla metro e al taxi, così da muovervi in piena libertà e autonomia per girare e arrivare anche a Badalona, come abbiamo fatto noi per andare in Barca a vela, vi consiglio di usare LILIGO per cercare l’auto più adatta alle vostre esigenze. Sappiate che se scegliete di soggiornare in questo appartamento, un’altro plus è la possibilità di avere a disposizione un parcheggio privato a soli 25 € al giorno.

 Cosa ci trovo? 

Una degli appartamenti più forniti che io abbia mai visto!

a questi vanno aggiunti:

  • Coccole di benvenuto – snack dolci e salati, spumante e bibite fresche
  • Maxi schermo
  • asciugatrice
  • aspirapolvere
  • aria condizionata

Cosa vedere appena arrivati a Barcellona

Mollati i bagagli, sapevamo già dove recarci. Due tappe importanti sono Casa Milà e La Rambla con il mercato della Boqueria.

 Casa Milà o meglio conosciuta come “La Pedrera”

La Casa Milà di Gaudì, conosciuta anche come La Pedrera, è una tappa obbligatoria nell’itinerario di ogni buon “Barcellonauta” che si rispetti.

Questo stravagante palazzo modernista riceve in media 1.2 milioni di visitatori all’anno, molti dei quali vengono attratti dalla sua sinuosa e originale facciata.

Il nome ufficiale di quest’opera architettonica pazzesca è Casa Milà, me è meglio conosciuta come la Pedrera.

Pedrera, che in catalano significa “cava”, era un appellativo dispregiativo “appioppato” alla Casa Milà dai residenti di Barcellona. Ci sono due versioni sul perché del nome Pedrera. La prima legata ai materiali della facciata che le conferiscono un aspetto “roccioso”; mentre la seconda vuole che il nome derivi dal fatto che per ben quattro anni consecutivi il marciapiede di fronte alla Casa Milà fu trasformato in un cantiere a cielo aperto, sempre pieno di pietre e materiali da costruzione tanto da assomigliare appunto a una cava. Potrete immaginare la gioia degli altri residenti del quartiere dell’Eixample… ma non tutto il male viene per nuocere!

La Casa Milà fu commissionata a Gaudì nel 1906 dall’industriale Pere Milá i Camps, che aveva particolarmente apprezzato il genio dimostrato dal Maestro nella costruzione della Casa Batllò. L’idea di Pere Milà i Camps era quella di occuparne il piano signorile e di affittare gli altri piani, come da usanza dell’epoca.

Con la costruzione della Pedrera Gaudì ruppe tutte le regole architettoniche conosciute e accettate fino allora, suscitando le critiche dei colleghi. Ciononostante riuscì a creare qualcosa di monumentale, eccentrico e assolutamente futuristico, che passò alla storia come uno degli esempi più rappresentativi del suo periodo naturalistico e del modernismo in generale.

Il Mercato della Boqueria 

Non è un mercato. É IL mercato. La Boqueria è il mercato di Barcellona, punto di riferimento per i barcellonesi e meta imperdibile per i turisti.

Lo troverai proprio nel cuore della città, nel centro storico, sulla Rambla ed è uno dei luoghi di interesse assolutamente da vedere a Barcellona durante il tuo soggiorno.

Potrai passeggiare tra stand di prodotti alimentari colorati, profumati, gustosi e di alta qualità. L’ingresso è sempre aperto per chiunque voglia acquistare, mangiare o semplicemente curiosare. L’unica regola è avere rispetto del lavoro altrui e tener pulito il mercato così come se ne prendono cura i suoi commercianti. Se la qualità del prodotto è la bandiera di questo mercato di Barcellona, non è da meno la professionalità di chi ci lavora e sono disponibilissimi a darti consigli utili per i tuoi acquisti.

La Boqueria: storia

I primi documenti risalgono al 1200 e confermano la presenza di tavoli, dove veniva venduta la carne, nel Llano de la Boqueria, in un contesto di mercati di strada situati sulla Rambla.

Erano costituiti da bancarelle temporanee all’aperto, molte delle quali ospitavano i contadini delle città intorno a Barcellona, che vendevano i loro prodotti.

La visita di Carlo IV nel 1802 motivò il trasferimento, per motivi estetici, delle bancarelle di vendita al frutteto del convento di San José. Nel 1823 tornarono alla Rambla. Il Marchese di Campo Sagradodio sancì il primo regolamento del mercato, che a quel tempo aveva 200 posizioni, 100 delle quali di carne fresca, 48 di pesce e il resto per prodotti vari.

Dopo la rivolta del giorno di San Giacomo, il convento di San José, dei Carmelitani Scalzi, fu incendiato. Nello spazio libero lasciato dalla demolizione del convento, il Consiglio Comunale decise di costruire una piazza porticata, chiamata la Piazza del Lavoro. Sarà costruita secondo il progetto dell’architetto Josep Mas i Vila: lo spazio centrale era riservato ai posti, ma i banchi del pesce erano installati in uno spazio separato, nella Plaza de Sant Galdric.

Stay Barcelona Apartment 

C/ Ausiàs March, 71, 08013 Barcelona, Spagna

(+34) 935 141 659
(+34) 606 70 04 51
info@staybarcelonaapartments.com

Watermelon BCN Apartment 
Carrer de Casp, 82, 08010 Barcelona, Spagna
Barcelona, 08008
Spagna

+34 609350066
watermelonbarcelona.com


Testi originali: Marsia – Maria Teresa Calce

Foto: Watermelon site /My Secret Room

 

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Please answer to question to prove that you\'re not a bot * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.