Viviamo ad un’ora da Milano è vero e ci andiamo veramente spesso per lavoro.

A dirla tutta, toccata e fuga il più delle volte, qualche volta ci incastriamo un pranzo, ma a cena proprio non riusciamo. Siamo sempre di corsa e a Milano che offre tanto, tutti i giorni, sembra perfino delittuoso perdersi una mostra, una esposizione serale o un ristorante che dà il meglio di sé all’imbrunire.

Viaggiamo spesso e vediamo il mondo, ma chissà come mai conosciamo sempre troppo poco i luoghi dove viviamo o trascorriamo le ore di lavoro. Durante un aperitivo sulla Terrazza Martini, con Milano ai nostri piedi, io e Massimiliano abbiamo fatto questa considerazione e siamo giunti alla stessa conclusione, programmare un paio di giorni a Milano, con shopping, pranzi, cene e mostre d’arte senza lo stress del dover saltare in macchina a notte fonda.

Dove dormire a Milano 

Abbiamo cercato e prenotato la visita al Cenacolo Vinciano e abbiamo scelto il nostro hotel a Milano, abbiamo optato per il Best Western Hotel Astoria che ci ha permesso di raggiungere in pochi minuti coi mezzi Brera, i Navigli, Corso Como e il quadrilatero della moda. Per i pranzi e le cene ci siamo affidati ai consigli degli amici.

 

a Milano senza spendere una fortuna

Nonostante Milano sia riconosciuta per essere una delle città europee più care per tenore di vita, per noi è stato possibile soggiornarvi ad un prezzo più che vantaggioso. Per posizione strategica il Best Western Astoria di Milano è stata la scelta migliore che potessimo fare. La sua posizione ci ha permesso di muoverci in centro a piedi e in metropolitana dato che l’albergo si trova sia vicino a una fermata della metro lilla che a una fermata della metro rossa. Per due giorni abbiamo goduto del non utilizzo dell’auto, che abbiamo potuto lasciare comodamente nel parcheggio dell’hotel.

Non siamo stati in hotel così a lungo da poter godere a pieno dei servizi offerti, ma di sicuro abbiamo apprezzato entrambi molto la colazione internazionale.

Mostre gratis a Milano low cost

Devo proprio ammetterlo, vivere in città ha i suoi vantaggi, se poi la città è Milano, allora posso affermare con certezza che questi si duplicano.

Mostre, esposizioni, shopping, ristoranti… insomma, quando si sente dire che “Milano non si ferma mai” è vero!

Premetto che: i soldi spesi per le mostre d’arte, a mio parere, sono i migliori soldi spesi nella mia vita.

Ma una mostra o una esposizione gratis non le disdegno affatto! E quella vista in Fondazione Adolfo Pini è davvero singolare e da non perdere. Fino al 8 luglio è possibile visitare gratuitamente un appartamento invaso da farfalle nere! Centinaia di farfalle su pareti, soffitti e mobili. L’ora dannata di Carlos Amorales è l’istallazione alla quale vi invito a non mancare.

E ricordatevi, little expense, so much to live

 

 

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Please answer to question to prove that you\'re not a bot * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.