Dark – il futuro é già successo

Con DARK i tedeschi entrano, finalmente, nel mondo moderno delle Serie TV. Dimenticatevi il Commissario Derrik o la Clinica della Foresta Nera. Ora si fa sul serio!

DARK

DARK – non dove, ma quando?

Da sempre i viaggi nel tempo hanno solleticato la fantasia di romanzieri e sceneggiatori e, ovviamente, la nostra di lettori e spettatori. Potrei citare film come TERMINATOR di Cameron (che a sua volta deve molto alla saga degli X-Men di “Giorni di un futuro passato”). Oppure il classicissimo L’uomo che visse nel futuro (tratto dal romanzo The time machine di Wells). Ovviamente senza dimenticare la “nerdissima” trilogia di Ritorno al Futuro. Quindi questa serie si trova in ottima compagnia, ma anche con un difficile confronto!

Confronto che a mio parere supera a pieni voti, con solo un po’ di amaro in bocca per l’ultima scena dell’ultima puntata. Ma in fondo comprensibile in vista di una seconda stagione. Parlare della trama? Come sempre non lo faccio, sbirciate QUI se volete. Ma anche volendo non sarebbe per nulla semplice.

DARK – questione di famiglie

Ma qualcosa devo dire, o questo POST a cosa serve? Dark si svolge in una cittadina tedesca la cui economia gira intorno ad una grande centrale nucleare. Dal punto di vista dei ragazzi che vi abitano é tutto noioso e grigio come il clima uggioso e freddo del posto. Unico particolare? Ogni tanto spariscono dei ragazzini! Siamo nel 2019 ed é appena sparito un undicenne e ad occuparsi del caso é un poliziotto, fratello di un ragazzino sparito 33 anni prima. Una sera, durante una bravata tra ragazzi nel tipico bosco da film horror, sparisce anche suo figlio Mikkel. Ma la domanda non é “dove é andato” ? ma quando? Mikkel infatti si trova pochi giorni dopo la scomparsa dello zio nel 1986!

La storia si svolge quindi a diversi livelli temporali. 2019 e 1986 all’inizio, ma poi facciamo anche un salto nel 1953 e, alla fine, nel 2054! E si scopre che altre 3 famiglie sono coinvolte con intrecci e parentele all’inizio insospettabili.

DARK

DARK – Questione di stile

Come scrivo all’inizio la confezione é ben lonatana da quanto i tedeschi ci hanno abituato in passato. La serie é girata in modo moderno, lasciatemi dire, all’americana. In principio sembra un TEEN Movie mixato con un giallo a tinte forti. Ma presto vira sul mistero a metà tra la Fantascienza e l’Esoterico. Sempre mantenendo alto il Cliffhanger, specie alla fine di ogni puntata. Ma anche all’inizio di ogni episodio si ha un po’ di spaesamento: in quale anno ci troviamo ora?

Ottimo il casting e notevole la somiglianza nella scelta degli attori tra le diverse epoche, dato che molti personaggi appaiono da bambini, da adulti e da anziani (anche nella stessa scena…). Da evidenziare le ricostruzioni con abiti e macchine delle diverse epoche. Oserei dire “maniacale”!

DARK

Viaggi nel tempo – che passione

Ho trovato su WIKIPEDIA questa bella pagina che cerca di dare una spiegazione sulla possibilità dei viaggi temporali. Da NERD puri e duri la sezione sui Paradossi. Per DARK credo proprio di poter dire che li hanno messi tutti dentro, e ci stanno anche bene! Vediamo cosa s’inventano per la seconda stagione.

Alla prossima

Visto su NETFLIX

I miei Voti

Concept iniziale: Voto 8

Trama: Voto 8.5

Interpreti : Voto 7

Confezione: Voto 8

Massimiliano Morari
Massimiliano Morari

Nerd incallito. Colleziono FUMETTI di SuperEroi e FUMETTI legati al mondo di Star Wars. Colleziono anche Statue e Action Figures. Amante del Cinema con una predilezione per il genere SCI-FI ma non disdegno altri generi se il film è fatto bene e con grandi interpreti. Negli ultimi anni mi son fatto prendere anche io dalle SERIE TV che stanno diventando sempre piu' curate. Apprezzo il buon cibo, sia che venga preparato da uno Chef stellato che da un appassionato cuoco.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Please answer to question to prove that you\'re not a bot * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.