CUCCHIAINI DI ZUCCHERO DI DARIO BRESSANINI

Cucchiaini di zucchero di Bressanini. Questa ricetta simpatica, tratta dal libro LA SCIENZA DELLA PASTICCERIA, che vi consiglio se siete curiosi come scimmiette, a me è piaciuto molto.

Tutti gli “esperimenti” culinari del docente di chimica –  Dario Bressanini –  celano un certo non so che di fascinoso legato alla precisione, alla riuscita e alla fattibilità di ricette, talvolta avverse.  Le tecniche spiegate da Bressanini nel suo libro, vi assicuro che: se applicate alla lettera, risultano essere fondamentali e vi aiuteranno ad avere la pietanza perfetta e a sfatare diversi miti e leggende.

Prima ricettina per i regali golosi. I cucchiaini di zucchero hanno bisogno di qualche giorno per formarsi è quindi bene portarsi avanti così che siano pronti per essere incartati per tempo. Sono deliziosi da regalare a Natale, non possono non essere graditi e non si trovano spesso in giro, per cui farete un figurone.

Possono essere usati per dolcificare tè o caffè e adesso ditemi… non sono bellissimi?

CUCCHIAINI DI ZUCCHERO DI DARIO BRESSANINI.

CUCCHIAINI DI ZUCCHERO DI DARIO BRESSANINI

Ingredienti per ottenere i cucchiaini di zucchero 

acqua

 200 gr

zucchero bianco

600 gr

alcuni cristallini di zucchero di canna *Demerara

spiedini di legno

4

attrezzi utili 

Un vasetto di vetro alto pulito, un pentolino, un cucchiaio di silicone, carta da cucina, mollette da bucato

poche cose questa volta, se siete pronti io partirei con la preparazione dei cucchiaini di zucchero di Bressanini

Sciogliete 600 g di zucchero in 200 g di acqua in un pentolino. Portate a ebollizione mescolando con un cucchiaio sino a quando la soluzione non diverrà limpida. A questo punto spegnete. Prendete uno spiedino di legno, sporcate un po’ la sua superficie con dello sciroppo, dalla punta sino a qualche centimetro più in su, a seconda delle dimensioni del recipiente che userete. Ripulite con della carta da cucina per lasciare solo un velo di sciroppo sul legno e passatelo poi in un po’ di zucchero di granulometria non troppo piccola, come per esempio il Demerara. Lasciate asciugare.

Nel frattempo versate lo sciroppo caldo in un recipiente alto e largo a sufficienza per contenere gli spiedini di legno (assicuratevi che il vasetto sia abbastanza alto in modo che una volta inseriti, gli spiedini non tocchino il fondo e soprattutto che non si tocchino tral loro) con ancorati i piccoli cristallini da crescere. Quando lo sciroppo non sarà più bollente potete immergere lo spiedino. Se riuscite a bloccare con una molletta (quella per stendere il bucato andrà benissimo) lo spiedino in modo che la punta sia a qualche centimetro dal fondo.

Nel giro di qualche giorno, per me 5  voi potete anche scegliere di tenerli più a lungo così che diventeranno più grossi –  i legnetti si ricopriranno di cristalli di zucchero. Al termine lasciateli asciugare sempre capovolti, ma  fuori dal liquido e una volta completamente asciutti, confezionateli come più gradite.

Un dolce abbraccio

Marsia 

*CURIOSITA’: cos’è lo zucchero Demerara? E’ uno zucchero di canna grezzo, a grana grossa e dal caratteristico colore dorato, poiché non sbiancato, ricavato dal puro succo di canna da zucchero.
Deve il suo nome alla regione Demerara in Guyana, anticamente grande produttrice di questo tipo di zucchero.

6 Comments
  1. Questi cucchiaini li avevo intravisti colorati in una dolciaria tempo fa, forse sarà stato il colore, ma mi sono trattenuta dal prenderli…questi sono estremamente invitanti e sembrano anche di facile esecuzione. Io ci provo, ma ormai per l’epifania

    1. Paola credo che abbiamo intravisto la stessa cosa. Tolto l’aspetto del colorante (sicuramente alimentare) che a me non piace molto, non mi hanno attratto così tanto. Questi sono carini, facili e furbetti da preparare 😉
      Potresti portarti avanti e prepararli per il cenone di capodanno! Baci e Auguri

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Please answer to question to prove that you\'re not a bot * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.