SPONGE CAKE ZUCCA E MASCARPONE e l’importanza del c’era una volta…

 

<<Noi siamo le nostre storie. 
Siamo il prodotto di tutte le storie che abbiamo ascoltato e vissuto, e delle tante che non abbiamo sentito mai.
Le storie hanno modellato la visione di noi stessi, del mondo e del posto che in esso occupiamo.

Le storie agiscono sulla dimensione del tempo poiché uniscono e mettono in relazione il passato, il presente e il futuro. Ci raccontano e raccontano ai più piccoli dove eravamo, dove siamo, dove stiamo andando, agendo ad un tempo sulla memoria e sull’attesa.>>

Le narrazioni insegnano ai bambini che esiste un posto nel mondo per ciascuno di noi; suggeriscono che la vita – anche la nostra- può avere una trama, un significato e non essere solo una cronologia di eventi staccati gli uni dagli altri.

Le fiabe aiutano i bambini a essere soggetti attivi e non vittime passive poiché condividono speranze, prove, vittorie, esclusioni, piccoli e grandi dolori.

Anche se la fiaba racconta di mondi lontani e fantastici, dell’eterna lotta tra Bene e Male, i personaggi della fiaba si avvicendano e parlano attraverso la loro storia di temi profondi come l’amicizia, la solitudine, l’amore, il conflitto, il tradimento, la solidarietà, la vita e la morte.

A questo proposito vi consiglio di leggere il libro che ho appena terminato di Bruno Bettelheim “il mondo incantato” uso, importanza e significati psicoanalitici delle fiabe. Potete trovarlo qui 

 

«E alla fine andrà tutto bene e se non andrà bene vuol dire che non era la fine».

 

 

sponge cake zucca e mascarpone

 

Ingredienti per la sponge cake di zucca e mascarpone stampo 22 cm
Zucca napoletana(solo polpa)
500 gr
Zucchero semolato
35 gr
Latte fresco
100 ml
Uova biologiche
3
Olio di semi
150 ml
Zucchero di canna integrale
150 g
Farina tipo 00
175 g
Farina di mandorle
75 g
Lievito in polvere per dolci
16 g
Cannella in polvere
2 g
Per la crema al mascarpone
Mascarpone
500 gr
Panna liquida
200 ml
Tuorli d’uovo pastorizzati
60 g
Zucchero a velo
70 g
Per la guarnizione
Semi di zucca sgusciati
300 g
Zucchero semolato
250 gr
Acqua fredda
75 ml
Aroma di vaniglia
un cucchiaino o una bustina
 

sponge cake zucca e mascarpone 2

sponge cake zucca e mascarpone 3

prepariamo la Sponge Cake alla zucca e mascarpone

1

Ricavare la polpa della zucca eliminando la parte esterna, i semi e i filamenti. Fatela a fette, ognuna dello spessore di 3/4 cm, comunque non troppo sottile. Disponete le fette su una leccarda rivestita di carta forno e spolverizzatele con lo zucchero semolato e cuocete in forno statico preriscaldato a 180° per un’ora. Quando la zucca sarà pronta ve ne accorgerete dall’aspetto che sarà leggermente abbrustolito.

2

Inserite la zucca cotta in un passaverdure e riducetela in purea. In una ciotola a parte, sbattete le uova con uno sbattitore elettrico – o in una planetaria – unite lo zucchero di canna e continuate a fare andare la frusta fino a quando lo zucchero non sarà completamente sciolto. Aggiungete al composto la farina di mandorle e amalgamate il tutto, tenete da parte.

3

In una terrina a parte setacciate la farina 00 con il lievito e aggiungetela a poco a poco al composto di uova e mandorle. Continuate a far andare le fruste e unite a filo l’olio di semi e la canella in polvere. A questo punto unite la polpa di zucca, mescolate attentamente e aggiungete il latte e amalgamate il composto.

4

Imburrate e foderate con carta da forno una tortiera del diametro di 22 cm e versate all’interno l’impasto della torta, rimanete un paio di dita dal bordo della tortiera. Cuocete in forno statico preriscaldato a 180° per 40 minuti. Trascors quest tempo fate la prova stecchino, se ne esce asciutto sfornatela e lasciate intiepidire leggermente prima di sformarla del tutto. Lasciate raffreddare completamente la torta e tagliatela in tre parti uguali.

5

La scelta dei tuorli d’uovo pastorizzati è per evitare pericolose combinazioni con la panna. Iniziate montando la panna ben ferma nella planetaria. Montare i tuorli con lo zucchero a velo e incorporatevi al mascarpone la panna e le uova utilizzando una spatola in silicone e facendo dei movimenti delicati dal basso verso l’alto.

6

Assemblate la torta già sul piatto da portata. La torta di zucca non è necessario bagnarla è già morbidissima di suo. Adagiate la base della torta e spalmatevi abbondante crema di mascarpone, ripetete l’operazione fino al terzo strato. Coprite tutta la torta con il restante mascarpone e mettetela in frigo.

7

Mentre la torta è in frigo, in un tegame mettete a scaldare a fuoco molto basso lo zucchero semolato.
In un altro pentolino, mettete a bollire l’acqua aggiungendo la vanillina.
E’ importante far bollire l’acqua, poiché se la unisce fredda al caramello, quest’ultimo, invece di miscelarsi con essa, si compatterebbe.
Quando lo zucchero si sarà caramellato raggiungendo la tipica colorazione marroncina, unite direttamente nella pentola l’acqua a bollore e mescolate velocemente, aggiuntetevi i semi di zucca sgusciati e versate i semi caramellati su un silpat o un foglio di carta forno e lasciate solidificare.

8

Tirate fuori dal frigo la torta e decoratela a piacere con i semi di zucca caramellati che avrete rotto con le mani una volta freddi. Servite e sentire che buona.

sponge cake zucca e mascarpone 4

HEY YOU…Do you speak English? Do you

want this recipe to be translated? Leave a comment

or write me in your contacts and you will be

satisfied

 sponge cake zucca e mascarpone, sponge cake zucca e mascarpone, sponge cake zucca e mascarpone, sponge cake zucca e mascarpone, sponge cake zucca e mascarpone, sponge cake zucca e mascarpone, sponge cake zucca e mascarpone, sponge cake zucca e mascarpone,

11 Comments
  1. La zucca che solitamente la si vede in versione “rustica” qui diventa elegante. Complimenti per la ricetta e per il messaggio sociale. Se solo alcune mamme smettessero di intasare i social network con immagini di minori! sapessero i danni che fanno…

    1. Una “seconda vita” della zucca! verissimo è davvero spesso associato a preparazioni rustiche. Per quanto riguarda le immagini di bambini e bambine postate sui social sono totalmente d’accordo con te, bisognerebbe in ogni caso limitare l’esposizione dei minori. Ti abbraccio

  2. Di Bettelheim ho letto “un genitore quasi perfetto” e devo dire che mi ha fugato molti dubbi e mi ha messa in pace con me stessa che credevo di non essere in grado di affrontare il passo della maternità. Proverò a prendere anche questo e chissà che non torni a valutare positivamente alcuni dei messaggi delle fiabe! Comunque complimenti per il dolce che vedrei bene in un banchetto da favola 😉 A presto

    1. Che cara che sei Paola! anch’io ho letto un genitore quasi perfetto e devo dirmi d’accordo con te con il sentirsi rassicurati dal fatto di essere “nella norma” anche negli errori. Spero di sentirti presto M

  3. Bella idea questa torta e se non ho capito male, l’ispirazione del racconto è nato dalla zucca e da Cenerentola…comunque ottimo lo spunto di riflessione dato dalle fiabe. Mai, mai smettere di essere un po bambini

    1. Ciao Pinuccia, si una Cenerentola moderna del tipo: “La zucca la cucino”
      I bambini sono magici, sono una nostra responsabilità, lo sono anche quelli che non conosciamo. E nostro dovere proteggerli, anche con una fiaba.

    1. la cucina è affascinante, io cerco solo di fare da tramite – con l’amore per essa – tra le materie prime e cotture.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Please answer to question to prove that you\'re not a bot * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.