SPUMINI DI MERINGA RICOPERTI DI CIOCCOLATO

Spumini di meringa ricoperti al cioccolato: La meringa (o spumiglia) già conosciuta in Francia verso la fine del ‘700, fu in realtà inventata da un pasticcere svizzero originario di Meiringen, luogo dal quale la meringa successivamente prese il nome. è una preparazione dolce leggerissima e friabile a base di albume di uova e zucchero a velo. Le meringhe sono presenti sia nella cucina francese che in quella italiana.

Spumini di meringa ricoperti di cioccolato fondente

Le più note sono la meringata, les Îles flottantes, gli spumini bianchi o ricoperti di cioccolato fuso, i funghetti, le dita di dama, le meringhette, i dischi di meringa per torte gelate, i fondi per vacherin e per le uova alla neve.

Sebbene sia solitamente bianca, la meringa può essere variamente colorata per creare contrasti di colore con altri ingredienti del dolce. Può, inoltre, venire aromatizzata, ad esempio con aggiunta di cacao o vaniglia.

prepariamo gli spumini di meringa  

Difficoltà:bassa
Tempo di cottura:2 ore circa
Tempo di preparazione:20 minuti
costo: molto basso
Ingredienti per una teglia di spumini:
 uova (fuori dal frigo da almeno 2 ore)
solo albumi – pesatene- 100 gr
zucchero a velo
200 gr
sale
un pizzico
vanillina
una bustina
limone
qualche goccia
cioccolato da copertura
fondente a scelta
 

Prima di iniziare a preparare i nostri spumini di meringa bisogna per prima cosa assicurarsi che le uova siano state fuori dal frigo per almeno 2 ore. Si inizia con l’accendere il forno a 100°. Separate i tuorli dagli albumi facendo estrema attenzione perchè anche una minima traccia di tuorlo impedirebbe agli albumi di montare a neve ferma. Adesso mettete questi ultimi, insieme ad un pizzico di sale, in un una planetaria – in mancanza di questa ponete il tutto in un contenitore dai bordi alti e lavorate il composto con uno sbattitore elettrico – azionate le fruste e iniziate a montare gli albumi, dopo qualche minuto quando cominceranno ad avere l’aspetto spumoso, unite la metà dello zucchero a velo, quindi 100 gr. Continuate a montare il tutto fino a che non otterrete gli albumi a neve fermissima (nel capovolgere la ciotola, il composto non deve cadere) incorporate i restanti 100 gr di zucchero a velo mescolato alla vanillina, unendo al composto un cucchiaio alla volta e mescolando delicatamente dal basso verso l’alto per incorporare anche l’aria. Unite agli albumi il succo di limone filtrato (facoltativo, ma consigliato) questo servirà a rendere l’impasto lucido ed attenuerà in parte il forte odore dell’uovo.

A questo punto siamo pronti per usare la sac à poche munita di bocchetta tonda larga (liscia nel nostro caso) e formate delle meringhe della lunghezza di circa 5 -6 cm, che andrete a depositare sopra ad una teglia rivestita con un tappetino di silicone o con della carta forno. Inserite le meringhe nel forno, che avrete mantenuto alla temperatura iniziale, e lasciatele asciugare per almeno due ore. a differenza di altri dolci, le meringhe non devono prendere colore, quindi, dopo la prima ora, controllate la cottura: se notate che le meringhe tendono a scurirsi abbassate la temperatura del forno. Se vedete che all’interno del forno si è formata dell’umidità, acerrima nemica delle meringhe, lasciate la porta del forno leggermente socchiusa (basta inserire un mestolo tra lo sportello e il forno) e terminate la cottura.

Lasciatele raffreddare per bene fuori dal forno, nel frattempo sciogliete a bagnomaria del cioccolato fondente da copertura e fatelo raffreddare. Il cioccolato deve essere tiepido e non caldo in questo modo vi darà un effetto di copertura ottimale. Una volta ottenuta la giusta temperatura immergete a metà le vostre meringhe nel cioccolato e lasciatele asciugare sulla carta forno.

 

1 Comment

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Please answer to question to prove that you\'re not a bot * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.