Innovare nella Ristorazione Storie e Protagonisti per le vie di Milano

Innovare nella Ristorazione Storie e Protagonisti

LIBRI E CULTURA: RECENSIONE/INTERVISTA a Jessica Malfatto (giornalista) e Alessandro Coltro (Startupper) su Innovare nella ristorazione Storie e Protagonisti

edizioni Historica 

Innovare nella Ristorazione Storie e Protagonisti

Di Libri che parlano di CUCINA e RISTORAZIONE ce ne sono tanti; scritti da Chef, scritti da critici, da esperti e/o da personaggi della televisione. Parlano di Ricette, di ingredienti, di location particolari. Si parla di Stelle Michelin o di cappelli del Gambero Rosso. Ma pochi parlano del LAVORO.

Questo libro lo fa; in maniera semplice, diretta, senza troppi fronzoli, conversando con 20 Proprietari/Imprenditori di Ristoranti che partendo da una o piu’ idee creative ed innovative si sono lanciati in questa attività, perché , come dice Giovanni ( socio proprietario di DRY – Cocktail & Pizza) “i Ristoranti sono aziende e devono generare marginalità e reddito”.

Il libro Innovare nella Ristorazione Storie e Protagonisti si presenta ad una prima vista come una Guida ma fin da subito ne prende le distanze; il suo proposito non é (solo) quello di far conoscere un nuovo Ristorante ma soprattutto di fare una chiaccherata con l’imprenditore che c’è dietro l’insegna. Lo fa con una breve presentazione dell’idea che ha dato l’input all apertura del locale, a quella scintilla creativa che ha cercato di lanciare nel panorama dei ristoranti milanesi una nuova realtà. Diciamolo pure, senza essere troppo nazionalistici: l’Italia é il Paese con la piu’ grande varietà alimentare, con la piu’ alta qualità di ingredienti e con (forse) la piu’ alta diversità della Cucina tipica regionale. Per cui diventa sempre piu’ difficile “inventarsi” qualcosa che già non ci sia. Questi giovani imprenditori ( se non tutti nell’età, sicuramente tutti nello spirito ) lo fanno e, partendo da un idea, un concetto base, un’ispirazione, o da un lungo studio, costruiscono la propria impresa cercando il loro posto nel mondo. E quindi abbiamo Giacomo ( 28 Posti ) che, da buon ragazzo del Sud, memore del “Pacco della mamma” ripropone le tipiche ricette delle Donne Meridionali in un contesto legato al Sociale. Oppure abbiamo Stefano ( FISHBAR de Milan ) che propone piatti di pesce in stile Street Food ma che oltre ad essere buoni e di qualità sono curati nell’aspetto per meglio essere “instagrammati”. Ed abbiamo Filippo e Marco ( TOM – The Ordinary Market ) che pensano al loro Ristorante come ad un amico che ti propone quello che ha conosciuto in giro per il mondo. Ed abbiamo Massimo, Chef allievo del Maestro Marchesi, che propone una cucina al servizio degli spettacoli che presenta nel suo locale. Oppure abbiamo Chiara, Roberta e Silvia ( DICOCIBO ) il cui slogan é “Dire, Fare, Mangiare” ed il loro Ristorante che muta nella varie fasi della giornata ( Pausa pranzo, Aperitivi musicali, cene a tema ).

Innovare nella Ristorazione Storie e Protagonisti per le vie di Milano

Ma, come dicevo all’inizio, sia che i proprietari siano alla prima esperienza, oppure dopo un lungo periodo di gavetta, sia che oltre ad essere imprenditori sono Chef oppure si affidano all’esperienza di validi collaboratori, sia che propongano i loro piatti solo al tavolo, o che abbinano anche un negozio/boutique dove vendano i loro prodotti da portare a casa, ad esempio GOD save the Food, ma non solo, tutti, ma proprio tutti, sottolineano quanto lavoro ( sudore, fatica ed impegno ) ci sia dietro. Perchè come dicono Luca ed Edoardo ( CERESIO 7 ) “si lavora quando gli altri si divertono”. Oppure come dice Gian Marco ( FATTO-BENE ) la loro é “una vita da mediano” ed infine Tunde ( Brunello ) che ci ricorda che non basta uno Chef Super Star senza il lavoro duro di tutta l’equipe. Un altro aspetto affrontato nel libro ( e che mi interessa personalmente, per ovvi motivi ) e l’aspetto che questi Imprenditori dedichino al WEB ed al Social in generale; nessuna realtà commerciale puo’ ormai prescindere dalla propria presenza sulla RETE, e questo vale anche per i Ristoranti che vogliono farsi conoscere ad un pubblico sempre piu’ esigente, perché se é vero che la pubblicità migliore resta il passaparola, sicuramente se questo avviene attraverso FaceBook od Instagram aumenta la sua efficacia ( ed efficienza ) per poi sfruttare meglio i canali piu’ professionali quali Tripadvisor, Zomato o Yelp cortocircuitando il rapporto cliente/ristoratore. Non tutti i ristoranti sono stati menzionati e non perchè non ne fossero all’altezza, anzi…ma voglio che compriate il libro, che lo sfogliate, che lo portiate con voi, che lo stropicciate, sporcate, alla scoperta di questi luoghi ricchi di passione.

Jessica, Alessandro: come avete fatto voi con i protagonisti del libro, vi chiedo di raccontarci chi siete, cosa vi ha spinto a scrivere Innovare nella Ristorazione Storie e Protagonisti e perché avete scelto di parlare di cibo

«Siamo partiti dalle nostre esperienze e da quello che amiamo, per poi dare forma a questo progetto». Jessica è una giornalista pubblicista nel campo della comunicazione e da sempre ama raccontare e leggere storie di persone e realtà che rappresentano esempi positivi, eccellenze.

Alessandro, invece, è uno “startupper” nel settore della ristorazione e si occupa di organizzazione di eventi nell’ambito dell’imprenditoria digitale e dell’innovazione.

«Partendo da queste premesse, abbiamo unito le nostre competenze e le nostre passioni, e abbiamo deciso di scrivere un libro che non si concentrasse sull’aspetto culinario, ma che si focalizzasse sugli elementi creativi e innovativi dei ristoranti, facendo parlare direttamente i protagonisti di questa “rivoluzione della ristorazione».

In una città brulicante di luoghi in cui mangiare, cosa vi ha spinto a scegliere di parlare di quelli presenti nel libro?

«Abbiamo effettuato una selezione molto accurata, andando ad analizzare diverse realtà milanesi per poi concentrarci su quelle che meglio soddisfacevano i nostri criteri di selezione.

La qualità del cibo è un requisito che non deve mai mancare, ma in questo libro abbiamo voluto puntare i riflettori sugli aspetti creativi e innovativi, legati all’esperienza che le persone vivono all’interno del ristorante e al modo con cui il ristoratore comunica con i propri clienti».

Nella vostra opera avete con successo raccolto testimonianze, sogni e concretezza di ristoratori e chef milanesi; è vostra intenzione replicare l’esperienza scrivendo su altre città?

«Scrivere il libro Innovare nella Ristorazione Storie e Protagonisti, e raccogliere le storie di come queste persone abbiano dato vita alle loro creature, è stata per noi un’esperienza fantastica che vorremmo non finisse con questo libro. Abbiamo diverse idee su come far proseguire questo progetto – replicare l’esperienza in un’altra città è una di queste – ma per il momento abbiamo deciso di prenderci del tempo per raccogliere i diversi spunti che stiamo ricevendo da tutti i “foodie” che hanno letto il nostro libro».

vuoi conoscerli meglio? pensi che possano aiutare te e la tua azienda?

Se è così segui Jessica Malfatto e Alessandro Coltro su Twitter

https://twitter.com/JessicaMalfatto

https://twitter.com/AxelColtro

 Nel libro Innovare nella Ristorazione Storie e Protagonisti si parla dei seguenti Ristoranti:

28 Posti ( via Corsico 1 Milano )

A Casa Eatery ( via Conca del Naviglio 37 Milano )

Albufera ( via Lecco 15 Milano )

Anadima ( via Pavia 10 Milano )

Bys Milano ( Via A. Albricci 3 Milano )

Ceresio 7 ( via Ceresio 7 Milano )

Dicocibo ( via A. Cecchi 10 Milano )

Dry ( via Solferino 33 Milano )

Erba Brusca ( Alzaia Naviglio Pavese 286 Milano )

Fatto-Bene (via Buonarroti 8, via V. Monti 56, via Corsieri 14, via Muratori 10 Milano )

Fishbar de Milan ( via Montebello 7, via Solferino 41 Milano )

God Save The Food ( via Tortona 34, piazza Del Carmine 1 Milano )

Les Pommes ( via Pastrengo 7 Milano )

Manna Milano ( piazzale Governo Provvisorio 6 Milano )

Osteria Brunello ( corso Garibaldi 117 Milano )

OTTIMOMASSIMO ( via Spadari, ang. via Victor Hugo, Milano )

That’s Vapore ( c.so di Porta Vittoria 5 Milano. Via Buonarroti 3 Milano. Baker Street 7 Londra )

TOM The Ordinary Market ( via Molino delle Armi ang. via della Chiusa Milano )

U Barba ( via Pier Candido Decembrio 33 )

Un posto a Milano ( via Cuccagna 2 Milano )

Innovare nella Ristorazione Storie e Protagonisti Innovare nella Ristorazione Storie e Protagonisti

1 Comment

Leave a Reply

Your email address will not be published.